lunedì 13 luglio 2009

ZCS: è giusto abolirla?

Pare che Matteo Renzi voglia ridurre molto la ZCS. Come avevo già scritto, la cosa mi piace poco. Ma cominciamo dall'inizio...

Cosa sono le ZCS
Le Zone a Controllo di Sosta si estendono ormai in buona parte della città; prevedono che la metà dei posti auto siano riservati ai residenti [strisce bianche] mentre l'altra metà [strisce blu] è a pagamento per tutti tranne che per i residenti che vi possono parcheggiare gratuitamente (ad eccezione di alcuni posti, definiti "a rotazione veloce", dove tutti pagano e la sosta massima è due ore).

Lo scopo delle ZCS
Oltre a fare cassa, ovviamente... La ZCS serve a scoraggiare l'uso sistematico dell'automobile in ambito urbano (ad esempio per andare al lavoro), senza impedire quello sporadico (il costo del parcheggio "fuori zona" è sostenibile solo se occasionale). Dovrebbero indirizzare i pendolari (sia interni che esterni) verso altre modalità di trasporto.

Le carte lavoro
Le carte lavoro consentivano ai pendolari di parcheggiare in ZCS a tariffe estremamente agevolate. In pratica rendevano possibile la sosta in ZCS proprio a coloro che, invece, si voleva indirizzare verso altre modalità di trasporto. La presenza delle carte lavoro vanificava totalmente le ZCS; il vicesindaco Matulli decise infatti di abolirle (erano state introdotte sulla scia delle proteste dei pendolari auto-dotati).

I problemi delle ZCS
  • si vuole indirizzare verso altri mezzi di trasporto soprattutto i pendolari che arrivano da fuori città, ma non si è mai offerto loro una valida alternativa di parcheggi scambiatori (su cui tornerò nel prossimo "post del lunedì")
  • una recente sentenza ha spuntato le armi dei controllori della sosta, che adesso fanno le multe solo a chi non paga nelle strisce blu (prima controllavano anche che chi sostava nelle strisce bianche fosse veramente un residente). Oggi, chi lascia l'auto nelle strisce bianche, sottrae posto ai residenti, non paga, e rischia pochissimo, visto che solo i vigili possono fare le multe (e non passano quasi mai).
  • diverse categorie di persone si trovano a dover pagare per il parcheggio in maniera poco giusta (es: persone che fanno assistenza a genitori anziani che abitano in una zona diversa dalla propria)
Pro e contro del piano Renzi
Renzi, a quanto dicono i giornali, vorrebbe abolire le ZCS eccetto quelle a ridosso della fascia ottocentesca, re-introdurre le carte lavoro, estendendo le categorie che ne possono beneficiare (es: gli studenti); inoltre i controllori non potranno nemmeno fare le multe nelle strisce blu.
  • [pro] l'abolizione risolve ipso facto i problemi evidenziati sopra;
  • [contro] le ZCS sono costate un sacco di soldi (strisce per terra, macchinette, cartelli stradali) e costerà anche abolirle (rimozione dei cartelli e ridipintura delle strisce blu; investimento vanificato;
  • [pro] senza controllo (vedi sopra) oggi le ZCS servono a poco;
  • [contro] levare i controlli anche dove potrebbero essere fatti non è certo una grande idea;
  • [contro] la reintroduzione delle carte lavoro, come abbiamo visto, rende completamente inutili le ZCS che rimarrebbero;
In conclusione... la filosofia delle ZCS è quella giusta: usare la politica della sosta per "indirizzare" la mobilità dei cittadini senza imporre divieti assurdi. Invece di cercare di risolvere i problemi delle ZCS Renzi decide di abolirle quasi tutte e, quel che è peggio, di rendere inutili le rimanenti reintroducendo le carte lavoro e levando ai controllori della sosta anche quel poco che potevano fare. Non sono contento.

5 commenti:

Gabbry ha detto...

Le Zcs sono inutili.

E' chiaro che sono state introdotte esclusivamente per far cassa, senza alcuna logica di lotta al traffico dietro.

Mi devi spiegare a cosa serviva all'Isolotto, per esempio.

Il problema del traffico a Firenze è reale, ci sono troppe automobili e la viabilità non riesce a "digerirle".

Ma non è certo con le ZCS che riesci a combatterlo. Prima bisogna rendere efficiente il servizio pubblico, cosicché il cittadino sia in grado di poter scegliere e non sia di fatto obbligato a prendere l'automobile.

Negli ultimi 20 anni a Firenze invece si è sempre agito al contrario, prima tartassiamo il cittadino, poi pensiamo a migliorare i servizi con il risultato che i servizi non sono mai migliorati.

Con Primicerio qualcosa di buono era partito ma i mandati di Domenici hanno rovinato tutto, drammaticamente.

Adesso ho fiducia in Renzi che sembra molto concreto nell'affrontare i problemi, vediamo.

Gianni ha detto...

Hai centrato il punto, dicendo che a Firenze ci sono troppe auto che vogliono circolare. La funzione delle ZCS avrebbe dovuto essere quella di incoraggiare la gente a lasciare l'auto a casa (o nei parcheggi scambiatori chi viene da fuori).

Il problema non è nelle ZCS, ma nel fatto che sono state implementate male (vedi il capitolo carte lavoro) e non sono state fatte le indispensabili misure di contorno, che sono poi quelle che dici tu.

Alla fine il tutto si è effettivamente risolto in far cassa; quel che è peggio è che la cassa è servita per ripianare gli enormi buchi di Firenze Parcheggi (i cui parcheggi di struttura sono in pesante perdita, eccetto SMN e S.Ambrogio).

Però il punto è che se l'idea è buona, ma la realizzazione è cattiva, si deve migliorare la realizzazione, non buttare alle ortiche l'investimento.

Gabbry ha detto...

il punto è proprio lì, l'idea NON è buona! le ZCS non hanno alcuna funzione perché NON ESISTE Un'ALTERNATIVA reale all'automobile! Se da via canova devo andare a lavorare a gavinana sai quanto ci metti in autobus? oppure per andare a peretola?

L'idea buona sarebbe stata quella di investire i soldi che sono stati spesi nella gestione della ZCS nel potenziamento e miglioramento dei mezzi pubblici.

ripeto, l'idea alla base è completamente sbagliata!

Prima si fa funzionare il trasporto pubblico e si organizza la viabilità in maniera coerente (non ci si riduce a dover far passare tutti da via nazionale per arrivare alla stazione!) poi si pensa al resto.

Pensare alla ZCS è l'ultimo dei problemi e non può risolvere niente.

E va ripensata anche la ZTL, i sensi di marcia ecc. ecc.

Per assurdo, l'unico provvedimento che ha funzionato negli ultimi anni per ridurre il traffico è stato quello delle "targhe alterne" !!!

si potrebbe fare targhe alterne da lun-sab ripensando una ztl più piccola ed una viabilità più funzionale!

Federic Noferi ha detto...

Conocordo con l'inutilita' delle ZCS indiscriminate:

Vivo a Como da anni e quando passa a salutare mia madre (in zona Cure, dove la ZCS non ha cambiato di una virgola la situazione traffico/parcheggi perche' e' una zona residenziale) devo pagare un botto al giorno per parcheggiare.

La ZCS ha senso in quelle zone, per esempio commerciali, dove la percentuale di macchine di non residenti e' troppo alta e crea problemi... ma farle generalizzate come a Firenze era evidentemente una follia per fare cassa!

Addirittura mi conveniva andare in macchina in centro, tanto pagare per pagare almeno l'avevo vicino e non dovevo neppure prendere il bus...bel modo di incentivare i mezzi alternativi!

Axlor ha detto...

Le ZCS sono inutili, perchè i residenti possono parcheggiare comunque gratuitamente sulle strisce blu.

Ricordo inoltre che in tutta italia le strisce bianche sonmo free, quindi Firenze deve allinearsi a tutte le altre città, a meno che non voglia essere uno stato a se stante.